Lo Slalom Città di Bolca si prepara a soffiare sulle undici candeline

Procede di gran lena l’organizzazione del slalom valido per il Campionato Italiano Slalom. Domenica 30 settembre, sulla strada del veronese che da Vestenanova porta a Bolca, piccola frazione adagiata nell’alta Val d’Alpone e nota ai più per gli straordinari fossili rinvenuti, andrà in scena il penultimo, spettacolare, atto della serie tricolore con tutti i protagonisti in cartellone a recitare la loro parte.

A due settimane esatte dal via dello Slalom Città di Bolca, negli uffici della Povil Race Sport, organizzatore della competizione che domenica 30 settembre porterà in Veneto il tricolore slalom, numerose sono già le domande di iscrizione dei piloti che hanno ufficializzato la loro presenza e altrettante sono quelle attese nei prossimi giorni per la definizione di un elenco iscritti che si annuncia importante. Tra coloro che hanno rotto immediatamente gli indugi, molti dei protagonisti del Campionato Italiani Slalom che, lungo i 3700 metri metri del bellissimo percorso di gara che da Vestenanova sale fino al centro di Bolca, metteranno in scena il penultimo atto di una stagione ricca e avvincente. Galvanizzato dalla bella vittoria conquistata alla Garessio-San Bernardo e ancora in lizza per il primo posto nella serie tricolore, non mancherà di certo al via Salvatore Venenazio, forte driver campano che qui, al volante della sua Radical SR 4 Suzuki, ha trionfato nelle ultime due edizioni. A provare ad ostacolarne il passo i siciliani Giuseppe Castigliane, leader della classifica di campionato, ed Emanuele Schillace, secondo, entrambi su Radical SR4 Suzuki. Nella lotta per uno dei gradini del podio, occhi puntati anche su Fabio Emenuele, pluricampione molisano atteso al via della competizione con la sua Osella PA 9/90 motorizzata Alfa Romeo. Numerosi saranno i piloti locali che daranno battaglia e spettacolo per mettere le mani sui due prestigiosi trofei messi in palio: il memorial Marco Albertini e il trofeo intitolato ad Enea Dal Zovo. Il primo è assegnato al miglior veronese in Classe 1600 N, la stessa in cui su questa strada aveva corso Marco fino al 2014, poche settimane prima di lasciare, a soli trent’anni, un enorme vuoto tra chi lo conosceva; il secondo, in ricordo del ventiseienne pilota e navigatore di Vestenanova mancato nel 2011, verrà consegnato al primo classificato tra suoi tanti compaesani al via.

L’appuntamento per piloti e vetture è fissato per sabato 29 settembre data in cui, presso la sede della Pro Loco di Bolca, verrà svolta la prima sessione di verifiche sportive e tecniche degli equipaggi iscritti. Domenica 30, dopo la seconda sessione di verifiche, alle ore 10 la parola passerà definitivamente ai motori per il via della manche di ricognizione del percorso tornato quest’anno alla sua versione originale con quindici postazioni di rallentamento, undici da sei file di birilli e quattro da quattro. Alle 11,15 semaforo verde per la prima delle tre manches: tre tentativi per siglare il miglior tempo e mettere la firma sull’albo d’oro dello Slalom Città di Bolca. Dalle ore 18, nella suggestiva e spettacolare cornice del Museo dei Fossili di Bolca, cerimonia di premiazione che culminerà con la consegna, ai primi tre classificati, di un trofeo scolpito dal maestro della pietra Enrico Pasquale.

object(WP_Error)#6250 (2) { ["errors"]=> array(1) { ["invalid_term"]=> array(1) { [0]=> string(13) "Termine vuoto" } } ["error_data"]=> array(0) { } }
  • Color palette